Storia di una famiglia imperfetta

Una figlia caparbia, avventurosa, controcorrente, ma anche complicata, piena di problemi e veramente sfortunata.

“Era difficile amarla, ed era facilissimo preoccuparsi per lei, il che era estenuante”

Una perbenista, poco fantasiosa, sempre inappuntabile, fin troppo perfetta, una “desperate housewife” realizzata ma terribilmente infelice, una sorta di cyborg che nasconde un enorme segreto.

Una di mezzo, forse la più equilibrata, la più adattabile, comunque sempre in ombra rispetto alle complesse sorelle maggiori “sempre spinta in un angolo, in paziente attesa dietro le quinte”.

E la più piccola, l’”Ochina”, chiamata dal padre “l’Epilogo” perché è voluto e ha valore, ma che per lei significa “essere arrivata dopo che tutte le cose più importanti erano già successe”, che tutti considerano ancora una bambina, non un’adulta, così si sente insicura, deludente e catastrofica.

E poi Marilyn e David la coppia che continua ad amarsi e a desiderarsi dopo anni, un modello irraggiungibile per le figlie, una coppia imperfetta che ha avuto i suoi alti e bassi, le sue crisi, i suoi momenti no, ma ha saputo tenersi la mano e guardarsi negli occhi, sempre.

Intorno a loro tanti altri coprotagonisti: il tenerissimo Wyatt; il goffo adolescente, già troppo adulto, Jonas; l’incapace Ryan; il pezzo di legno Matt; il sensibile Ben…

La grande capacità di Claire Lombardo è quella di dipingere una famiglia caotica e delineare perfettamente ogni singolo componente. Questa storia agro dolce è reale, vera perché racconta le crisi, le inquietudini, le tragedie, le infelicità, ma anche i momenti felici, quelli senza senso che invece sono i più importanti, di una famiglia normale, numerosa e complessa.

Racconta lo spaccato autentico di un rapporto coniugale forte; i legami contraddittori tra sorelle, in cui amore e gelosia sono sempre presenti; la difficoltà ad inserirsi e sentirsi parte di un microcosmo esistente; i legami di sangue e la fragilità della vita.

Per me è stato il libro giusto al momento giusto, avevo bisogno di sprofondare nelle intricate vicende della famiglia Sorenson, farmi catturare dalla storia delle quattro sorelle e dei loro genitori e rimanerne travolta. La loro storia mi ha divertito, appassionato e commosso e non è poco.

Mai stati così felici di Claire Lombardo – Bompiani (2020) – pag. 681

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.